Termocamino, quanto risparmio se lo utilizzo

Termocamino: ecco i vantaggi

Il termocamino è un sistema di riscaldamento, che può essere alimentato a pellet, a legna o a bietanolo. Oltre a riscaldare la casa è in grado di offrire stile e fascino ad ogni tipo di arredamento.

Benefici e vantaggi

I benefici che si ottengono da un termocamino sono svariati, ovvero:

  • ottimizzazione dei costi energetici
  • ottimizzazione del consumo di legna o pellet
  • resa è superiore al 70% rispetto ad un tradizionale camino se il termocamino è collegato ai termosifoni presenti nell’abitazione
  • disponibilità continua di acqua caldaCome si può notare i vantaggi sono veramente tanti nello scegliere un termocamino. Questo sistema di riscaldamento è una valida soluzione per chi vuole risparmiare energia e pagare bollette meno care.
    Inoltre per la produzione di acqua calda, il termocamino può essere installato anche in parallelo o in sostituzione al proprio impianto idraulico.

Come è stato illustrato precedentemente, il termocamino può essere alimentato a legna, a pellet o entrambi. Vengono fabbricati in monoblocchi e la bocca, in questo caso, prevede la presenza di un portello di vetrocemento che assicura fascino e stile senza dover rinunciare alla sicurezza.

Contrariamente a quanti molti pensano, il sistema di riscaldamento suddetto è molto facile da utilizzare, e si presta anche alla personalizzazione. Infatti ogni cliente può scegliere l’estetica del suo termocamino nello stile che preferisce. Per quanto riguarda invece l’aspetto tecnico è di primaria importanza affidarsi ad aziende specializzate nel settore che possono proporre svariati modelli e facilitare così la scelta veloce della tipologia più opportuna.

Termocamino: come è composto?

Generalmente il termocamino è così composto:

  • corpo di riscaldamento dove avviene la combustione

  • canna fumaria

  • canale di fumo dove viene collegata la canna al corpo di riscaldamento

  • rivestimento: è quello che determina l’aspetto estetico del caminetto. Il materiale cambia in base allo stile d’arredo che si vuole prendere in considerazione

  • griglie di aerazione

  • cappa

  • eventuale cassetto raccogli cenere

Investire in un termocamino ad alto rendimento è una scelta che si ripaga in pochissimi anni: è stato appurato da svariate ricerche che, riscaldare a legna, consente di risparmiare fino al 60% in più rispetto al costo del gas, mentre chi preferisce utilizzare il pellet può contare su un risparmio fino al 40%. Si tratta di cifre veramente considerevoli, quindi è bene valutare attentamente la scelta del proprio sistema di riscaldamento.

Manutenzione

Eseguire le normali operazioni di manutenzione del termocamino non è difficile come molti pensano. Anche i meno esperti infatti possono cimentarsi nella pulizia, perché non ci sono delle regole complesse bensì alcuni piccoli accorgimenti da eseguire.

Data le modalità di combustione e la specifica struttura, si potrebbe affermare in tutta onestà che il termocamino si pulisce da sé se non fosse per il vetro del focolare che va regolarmente pulito ogni giorno. Per una pulizia profonda è consigliabile utilizzare prodotti appositi. Per quanto riguarda il cassetto di raccolta delle ceneri esso va svuotato almeno 1 volta ogni tre giorni. Se non si dispone del cassetto, le ceneri vanno asportati con una paletta.

Avvertenze: non utilizzare l’aspirapolvere per eliminare le ceneri perché si intaserebbe subito il filtro.

Scopri come risparmiare
Chiamaci subito e scopri quanto si risparmia con una stufa a pellet o a legna
Chiama +39 069808120