Quanto consuma una stufa a legna

La stufa a legna si rivela ancora uno dei sistemi di riscaldamento più economici

Nonostante le stufe a pellet abbiano riscosso anche quest’anno un ottimo successo, non sono poche le persone che prediligono la stufa a legna. Ebbene si, cari lettori, la stufa a legna con combustibile tradizionale ha ancora i suoi vantaggi:

  • grazie ai particolari rivestimenti di cui è composta, accumula il calore e lo sprigiona gradualmente nel locale apportando massimo comfort in tutte le stanze e al tempo stesso permettendo di risparmiare sul combustibile grazie ad una maggiore resa termica.
  • in caso di black-out, la stufa rimarrà sempre accesa perchè non è alimentata da corrente elettrica come nel caso invece della stufa a pellet
  • è possibile sfruttare la canna fumaria di un camino preesistente
  • durante la combustione, la stufa a legna mantiene umidi gli ambienti
  • è possibile anche cucinare sfruttando sia il calore che la brace della combustione
  • richiede pochi interventi di manutenzione
  • Come si può ben constatare da questo elenco i benefici non mancano.
    Ma quanto costa riscaldarsi con una stufa  a legna? Questa è una delle domande più frequenti che le persone si pongono prima di decidere quale sistema di riscaldamento prendere in considerazione per le proprie abitazioni. Tuttavia prima di rispondere a questa domanda è doveroso partire dall’entità dell’investimento iniziale per l’acquisto della stufa. I prezzi di una stufa  a legna variano in base alla tipologia, alla dimensione, ai materiali utilizzati, tuttavia si parte da un minimo di 300€ fino ad un massimo di 4.000€.

    Per quanto concerne invece il prezzo della legna da ardere, questo risulta inferiore rispetto agli altri combustibili presenti sul mercato. Infatti la legna risulta più conveniente e più economica, inoltre un carico offre una maggiore autonomia rispetto agli altri combustibili. E’ stato accertato che, anche a seguito della spegnimento della stufa, il calore che permane nell’ambiente può durare anche per diverse ore. Insomma il risparmio è veramente notevole!

    Ecco quanto consuma una stufa a legna

    Partiamo subito da un esempio pratico: per riscaldare un ambiente di 100 metri quadri sono necessari all’incirca dagli 8 ai 10 kg di legna al giorno, quindi questo vuol dire in altri termini che con un costo di circa 2€ al giorno è possibile riscaldare tutta quanta la casa.

    Per riscaldare invece un ambiente di 200 metri quadri occorrono più o meno 16 – 20 kg di legna con un costo di 3€ al giorno.

    Insomma come si può intravedere da questi due esempi, i costi per riscaldare la casa non sono alti inoltre, la legna ha l’indiscusso vantaggio di possedere un’alta resa termica.

    Cosa c’è di meglio nell’avere una casa sempre calda a prezzi davvero bassi?

    Quanto costa la manutenzione della stufa a legna?

    Erroneamente a quanti molti pensano, la stufa a legna non necessita di particolare manutenzione. L’unica accortezza da tenere in considerazione è che per garantire un buon funzionamento della stessa bisogna quotidianamente rimuovere la cenere dal cassetto, mentre una volta l’anno è indispensabile pulire correttamente i tubi interni, un intervento che non necessita di un tecnico ma che si può fare tranquillamente da soli.

    Come si può comprendere, i benefici derivanti nell’acquisto di una buona stufa  a legna sono tantissimi, l’unico piccolo svantaggio che potrebbe sussistere è il contenitore della legna da portare in casa. Ma con un minimo di pazienza e di buona volontà è un sacrificio che si può fare.

     

    Scopri come risparmiare
    Chiamaci subito e scopri quanto si risparmia con una stufa a pellet o a legna
    Chiama +39 069808120