Energie rinnovabili, come funziona un impianto fotovoltaico

Alla scoperta di come l'impianto fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico è un generatore di energia elettrica. Per funzionare non ha bisogno di combustibili perchè trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica.

Un impianto fotovoltaico è così composto:

 

  • pannelli
  • inverter
  • cavi di collegamenti e quadri elettrici

I pannelli contengono al loro interno le celle fotovoltaiche. Grazie a queste celle l’energia solare viene trasformata in energia elettrica. I pannelli sono piatti e regolari, il silicio che è contenuto all’interno non è puro come molti credono, ma contiene piccole quantità di fosforo e boro, il mix ottimale per la produzione di energia elettrica.

Ogni pannello genera il proprio flusso di corrente che viene a sua volta raccolto e convogliato verso l’inverter. Il compito dell’inverter è quello di trasformare la corrente da continua ad alternata aprendo e chiudendo un circuito con una certa frequenza. All’uscita dell’inverter quindi avremo l’energia elettrica che potremo consumare oppure, se non ne abbiamo bisogno, indirizzare verso la rete del nostro gestore che ce la pagherà.

Dove si può installare un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico può essere installato in 5 modi diversi ovvero:

  • sopra il tetto: i pannelli solari in questo caso sono fissati con un telaio
  • montati a terra
  • sulla facciata
  • integrati nel tetto
  • sul terrazzo

Per l’installazione occorre una superficie di circa 8-10 mq per ogni kW se l’installazione viene effettuata sopra un tetto a falde, discorso a parte invece per il tetto inclinato, in quanto la superficie che occorre è di circa 25 mq per ogni kW.

Per quanto concerne invece il tempo di installazione questo dipende in principal modo dalla potenza nonchè dalle dimensioni dell’impianto. Generalmente il tempo che occorre per poter installare un impianto di  3kW è di 3 giorni lavorativi.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il seguente: i pannelli fotovoltaici sono garantiti per 25 anni. Dopo i 25 anni c’è un periodo di autonomia di ancora 10 anni con rendimenti pari all’80%.

L'impianto fotovoltaico funziona anche con basso irraggiamento solare?

 

Erroneamente a quanti molti pensano, un impianto fotovoltaico è capace di catturare anche una piccola radiazione solare e convertirla a sua volta in energia in maniera tale da alimentare la propria unità abitativa.

Ovviamente per poter ottenere tutti i benefici possibili è necessario seguire scrupolosamente le semplice regole di installazione, l’orientamento nonchè l’inclinazione dei pannelli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali vantaggi offre la tecnologia fotovoltaica?

I vantaggi che si possono ottenere sono svariati:

  • risparmio sulla bolletta elettrica: installare un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione significa abbattere i costi di energia elettrica per almeno 25 anni.
  • costi di manutenzione ridotti: come è stato illustrato precedentemente i pannelli fotovoltaici non dispongono di componenti elettronici o meccanici, ma il loro funzionamento avviene in modo naturale, e per tale ragione, non c’è alcun motivo per effettuare manutenzione all’impianto
  • vendita dell’energia prodotta
  • assenza totale di emissioni inquinanti: l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico è pulita poichè è ricavata in modo naturale. Non c’è nessuna combustione e nessun processo chimico.

Il fotovoltaico è considerato un investimento vero e proprio. Nonostante il costo iniziale infatti è in grado di garantire ottimi risparmi sulla bolletta elettrica.

Hai ancora dei dubbi?
Scrivi subito e ti risponderemo in tempi brevi per risolvere ogni tuo dubbio
Vi scrivo per saperne di più